Registratore Telematico nuovo strumento fiscale: come funziona, scadenze e obblighi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Cosa devi sapere sul Registratore Telematico 2019: obblighi, scadenze, vantaggi e cambiamenti del punto cassa di attività piccole e grandi.
Registratore Telematico

Con Decreto Fiscale 2019, collegato alla nuova legge di bilancio lo stato, con l’obbiettivo di realizzare la semplificazione e la digitalizzazione della burocrazia, descrive il processo di trasmissione dei corrispettivi con il Registratore Telematico all’Agenzia delle Entrate, le scadenze e gli obblighi. Questa soluzione oltre a prevedere degli obblighi, presenta anche dei significativi vantaggi.

Il Registratore Telematico ha questo nome perchè tra le sue principali funzione permette di memorizzare ed inviare automaticamente i dati dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.

Tutte le attività che nel 2018 hanno un fatturato maggiore di 400.000 euro, sono obbligati dal 1° luglio 2019 ad adottare il Registratore Telematico (o Server RT per attività con più di 3 punti cassa) per memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi. Dal 1° gennaio 2020 quest’obbligo è esteso a tutti gli esercenti soggetti ad Iva.

E’ prevista una sanatoria per gli esercenti che non sono riusciti a mettersi in regola con la legge entro la data di scadenza, la quale prevede la non applicabilità delle sanzioni per i primi sei mesi dalla data in cui è scattato l’obbligo in funzione del fatturato. Le condizioni della moratoria prevedono la registrazione degli scontrini con il metodo tradizionale e che, entro il giorno successivo, vengono inseriti i dati manualmente sul portale dell’Agenzia delle Entrate nella specifica area dedicata.  Per maggiori dettagli puoi vedere l’articolo del Il Sole 24 Ore o visitare la nostra pagina FAQ

A che ora il Registratore Telematico invia i corrispettivi?

In chiusura giornaliera della cassa, il Registratore Telematico prepara tutti i dati memorizzati durante la giornata lavorativa, li congela elettronicamente garantendone l’autenticità e provvede all’invio telematico all’Agenzia delle Entrate.

Scontrino-telematico_EpsonFp80
Con la connessione ad internet del Registratore Telematico e con la pressione di un solo tasto, i corrispettivi saranno trasmessi in automatico e in piena sicurezza.

I vantaggi del Registratore Telematico

Comunicare con l’Agenzia delle Entrate i propri corrispettivi con il Registratore Telematico sarà semplice, rapido e senza errori.

  • No scontrino (lo scontrino cartaceo non è più obbligatorio e sarà valido solo a fini commerciali e di garanzia)
  • Verifica periodica ogni due anni invece che ogni anno (risparmio economico)
  • Registro dei corrispettivi non necessario (sostituito dallo scontrino elettronico)
  • Eliminato rischio di perdita documenti
  • Meno tempo da dedicare al commercialista (maggiore tempo per la tua attività)
  • Rapporto trasparente con il fisco

Scopri le nostre Offerte

Usufruisci del vantaggio fiscale fino a 250 € di credito d'imposta
Webmaster

Webmaster

Lascia un commento

per ricevere tutte le news

In qualsiasi momento potrai cancellarti dall’iscrizione inviando una semplice mail.